Lotteria Parrocchiale 2017

LOTTERIA DI BENEFICENZA
Il ricavato servirà a sostenere progetti umanitari in Venezuela
“Uniti nella forza dell’Amore per aiutare chi soffre”
L’Estrazione avrà luogo presso L’oratorio A. Marvelli il
20 Agosto 2017 ore 19,00

Premi:
1. Scooter SCARABEO 50 2 T su strada con bauletto e casco
2. BICICLETTA ELETTRICA (50 Km autonomia)
3. TABLET SAMSUNG A/LTE/10.L”FHD/16GB./AND 6.0/OCOREL
4. TV LED PHILIPS 32 pht lo32/12 Bianco
5. SMARTPHONE ANDROID 5.1 QCOR 1.2 DISP5 FOT13 W Samsung

Cadauno biglietto per la lotteria Euro 2.50

> Regolamento Lotteria Parrocchiale 2017

Viaggio in Venezuela – 12. giorno

Venezuela, 6 gennaio 2013, festa della befanaUn saluto da tutti i missionari che accompagnano Padre Aldo in Venezuela!
La giornta di oggi e’ stata non priva di emozioni qui a La Guaira. Possiamo veramente dire di essere entrati nel vivo della missione. Durante la mattinata abbiamo visitato gli asili popolari della comunita’ di Canaima. E’ stato interessante inserirci con i bambini sia per lasciarci contagiare dalla loro vitalita’ e dolcezza, sia per conoscere in maniera approfondita i programmi che l’associazione San Martin de Porres sostiene. Nonostante le numerose difficolta’ dovute alla scarsita’ di finanziamenti pubblici, mamme volontarie si offrono quotidianamente per mandare avanti questi punti di riferimento per tante famiglie. Nel pomeriggio abbiamo fatto visita ad Alberto, un infermo affetto di polioomeite fin da quando era bambino. La cosa che ci ha colpito di Alberto e’ stata vedere la luce che rifulgeva dai suoi occhi non appena ci ha visti entrare. La stessa luce che avevano i bambini mentre giocavamo con loro, gioia di sorpresa. La nostra semplice presenza li ha resi felici e per noi ha significato tanto perche’ ci siamo messi in gioco in prima persona, assaporando il gusto del donarsi. Come durante la festa dei bambini e il torneo di calcetto, questa giornata e’ stato un momento non solo per donarsi ma anche per incontrare il Signore.

Viaggio in Venezuela – 10. giorno

Continuo con il bollettino informativo….sono rimasto un po’ indietro….ieri sera la stanchezza ha vinto ed ho rimandato ad oggi questo servizio.
Come ricorderete venerdi pomeriggio abbiamo visitato molte famiglie del barrio dove risediamo e tra la altre cose abbiamo fatto un invito ai bambini a partecipare ad una festa che avermmo organizzato il giorno dopo, cioé ieri.

Venezuela, 6 gennaio 2013, festa della befanaE’ stata una festa bellissima….i ragazzi di Caracas, della parrocchia che ho servito prima del mio rientro in Italia, ci hanno aiutato moltissimo con canti, dinamiche x bambini ecc….ho celebrato la Messa in piazza alla fine dei giochi e dopo la messa abbiamo dato un regalino piccolo ad ogni bambino (Befana venezuelana)..Era bello vedere tanti bambini scendere dalla montagna, dalle loro casette, (a volte baracche) pieni gi gioia x la festa organizzata x loro.
Questa mattina abbiamo celebrato nella chiesa di Canaima ed abbiamo salutato quella comunità che aveva riservato una bella sorpresa per i nostri ragazzi italiani. Una bambina, credo di non oltre 8 anni, tutta una artista, ci ha offerto delle canzoni tipiche del folclore venezuelano veramente belle.
Oggi pomeriggio si realizza una attività sportiva per i ragazzi in un settore del barrio dove c’è tanta gioventù, purtroppo abbandonata un po’ da tutti……..giovani docili, con grande potenziale, se avessero chi li accompagni e cammini con loro.

Oggi termina la nostra presenza in questo barrio e domani ci sposteremo nel barrio Tropicana dove si trova il Centro San Martin de Porres, in modo che i ragazzi conosceranno l’attività del centro e gli asili popolari.
Questo viaggio mi serve moltissimo per aiutare l’Associazione San Martin de Porres del Venezuela a crescere e consolidarsi. La Parrocchia Santa Maria di Viserba mare mi ha dato quasi 4000 Euro per sostenere i programmi sociali della associazione. Alla fine di questo giro, dopo aver visitato tutti i programmi, seguendo anche gli orientamenti dell’equipe direttivo vedremo di investire in quei programmi che hanno maggiore necessità……certo che sono molte. Ho visitato l’asilo popolare “Mons. Emilio Biancheri” il primo che é stato aperto e si trova in condizioni pietose….quasi pericolante, per cui invstiremo subito in questa struttura.

Viserba, 6 gennaio 2013, festa della befanaQuesta diventa a poco a poco la missione non solo di don aldo ma anche della nostra parrocchia…per lo meno per quelle persone che ci seguono e per questo vi ringrazio tanto…….e poi mi sento orgoglioso di voi perché vi vedo crescere in maturità ed autonomia……avete realizzato una bella festa della befana anche senza la mia presenza. Qui c’è una necessità enorme…ve lo diranno i ragazzi che mi accompagnano.

Viaggio in Venezuela – 8. giorno

Venezuela, gennaio 2013Ecco il bollettino di oggi: Prima di tutto grazie per accompagnarci con la vostra preghiera ed affetto. La giornata di oggi è girata attorno due momenti forti, preghiera al mattino e missione al pomeriggio chiudendo con la messa. Il gruppo giovanile di Caracas che condivide con noi questa esperienza ha guidato la preghiera del mattino portando i ragazzi a fare esperienza di silenzio (deserto) meditando a livello personale, in silenzio alcuni passi biblici dell’AT e NT per consolidare la relazione con il Signore; “Rabbi dove abiti?” disse loro “venite e vedrete”!
Nel pomeriggio ci siamo divisi in tre gruppi per la visita alle famiglie del barrio. Ogni gruppo era formato da ragazzi italiani (Bellaria – Viserba), ragazzi di Caracas ed una persona adulta del barrio che conosce bene il settore e la gente. Nella visita avevamo un programma comune…salutare, presentare le persone del gruppo, spiegare la finalità della visita, invito ai bambini ad una festa che organizzeremo domani pomeriggio ed infine invito alla Messa che celebreremo a fine pomeriggio nello spiazzale del barrio. Prima di lasciare la famiglia una preghiera insieme. Per me sono state visite molto emotive…rivedendo dopo anni persone con le quali abbiamo lavorato insieme nella costruzione di questa comunità. Come sempre c’è da consolare dove abbiamo trovato ammalati e persone che hanno perso, a volte tragicamente, qualche persona cara. alla fine abbiamo celebrato una eucaristia con tutti i ragazzi che hanno fatto l’esperienza della missione……é stata una celebrazione molto sentita e vissuta.
Vi saluto tutti, in particolare voi Viserbesi che siete l’altro pezzo di cuore che ho oltre oceano. A domani.